Movimentazione merci: attrezzature per spostare la merce nei magazzini

Nelle aziende industriali, siano esse di grandi, medie o piccole dimensioni, la movimentazione delle merci, sia internamente allo stabilimento che esternamente (ad esempio, lo spostamento di merci presso depositi annessi), viene resa possibile da attrezzature, diverse tra loro per la specificità dell’uso a cui sono destinate.
Pertanto, all’interno della stessa azienda si possono trovare vari tipi e modelli delle suddette attrezzature, poiché diverse sono le esigenze della stessa che le possiede e, di conseguenza, l’utilizzo a cui queste saranno destinate. Proprio per questo motivo, le aziende produttrici delle suddette attrezzature sono molto sensibili alle sempre diverse richieste avanzate della propria clientela; la risposta avviene attraverso la produzione e collocazione sul mercato di articoli innovativi e altamente funzionali.

ATTREZZATURE PER SPOSTARE LA MERCE NEI DEPOSITI
Lo spostamento delle merci all’interno di fabbriche, magazzini, depositi, ecc., avviene prevalentemente attraverso i seguenti attrezzi, altamente professionali:
– Transpallet: é un dispositivo fornito di ruote, che consente di trasportare dei pallet. Questa attrezzature ha delle dimensioni relativamente modeste, è dotata di due forche che scorrono sotto l’area aperta del pallet, lo sollevano e lo spostano. Sul mercato, inoltre, si possono trovare transpallet manuali, elettrici con pantografo e pesatori. Inoltre, per lavori specializzati o per l’utilizzo in ambienti difficili e a rischio di corrosione, si può far ricorso ai modelli manuali galvanizzati;
– gru officina: attrezzatura a funzionamento idraulico e con articolazioni pieghevoli che consentono di utilizzarla in quattro diverse posizioni. Proprio per questo motivo, l’utilizzo e lo spostamento all’interno dell’officina sono particolarmente agevoli;
– carelli elevatori: sono attrezzi molto utilizzati nelle aziende, depositi e magazzini, per il sollevamento e lo spostamento di merci, di materiali ingombranti e pesanti.

Sul mercato sono presenti numerosi modelli di carrelli, con portata differenziata, caratteristiche e modelli diversi:
– carrello elevatore manuale in alluminio, con cui le merci vengono sollevate con argano a manovella manuale, munito di blocco di sicurezza. E’ indicato per gli spazi ridotti.
– carrello elevatore manuale MX Pramac, si tratta di un carrello manuale, caratterizzato da una particolare resistenza grazie alla puleggia d’acciaio, alle forche rinforzate e guidate da rulli.
– carrello elevatore semi-elettrico TX. Presenta trazione manuale e sistema di sollevamento elettrico-idraulico.
– carrello elevatore elettrico GX Pramac, presenta dimensioni compatte, ideale per lavorare in piccoli spazi, è inoltre forte, grazie alla struttura in acciaio, e di grande affidabilità.

Articolo informativo offerto gratuitamente dallo staff di Mi.To. SM Group